Logo Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale
Azienda Territoriale 
per l'Edilizia Residenziale
della Provincia di Venezia 

Consegnati nove alloggi erp in centro storico. E altri undici in consegna entro Natale.

Venezia, 19 novembre 2021  –  Nove alloggi dell’Ater di Venezia, ristrutturati a nuovo, sono stati riconsegnati oggi alla città e ai suoi abitanti. E per ulteriori undici l’appuntamento è fissato prima di Natale.

In mattinata i nove inquilini assegnatari hanno firmato il contratto di locazione nella sede dell’Ater. Due di questi, inquilini a Santa Marta, hanno ricevuto le chiavi dal presidente dell’Ater Fabio Nordio direttamente sull’uscio di casa. La prossima settimana gli addetti dell’Ater accompagneranno gli altri sette inquilini per prendere visione e possesso degli alloggi, quattro dei quali si trovano a Cannaregio (San Girolamo e Madonna dell’Orto), uno alla Giudecca (Sant’Eufemia), uno al Lido e uno a Murano. Degli altri undici alloggi, in consegna a breve, quattro sono a Cannaregio, quattro alla Giudecca, uno a Sant’Elena, uno al Lido e uno a Malamocco.

Si tratta di alloggi di edilizia residenziale pubblica, assegnati in base alla graduatoria scaturita dal bando del 2019, con canoni di locazione calcolati anche in funzione del reddito familiare, compresi tra 40 e 150 euro mensili.

L’investimento complessivo per i venti alloggi in consegna entro la fine di quest’anno è di circa 830 mila euro. Stanziamenti statali con fondi provenienti dalla legge n.80/2014, varata per affrontare l’emergenza abitativa, ed erogati dalla Regione del Veneto.

“E’ un altro passo che l’Ater di Venezia compie – dice il presidente Fabio Nordio – per rispondere alla drammatica necessità di case nel centro storico di Venezia. La popolazione residente diminuisce ogni anno ed è compito di ciascuno di noi raccogliere la sfida e dirottare idee e risorse verso il mantenimento del concetto stesso di città”.

Al riguardo, l’Ater di Venezia, dopo la consegna di questi venti alloggi, ha in fase di realizzazione in centro storico interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico su altri nove alloggi, con circa ottocento mila euro di fondi europei (Por-Fesr) e conclusione prevista nei primi mesi del 2022. Inoltre è in fase di progettazione la ristrutturazione di altri 35 alloggi con fondi regionali e si sta presentando agli uffici del Comune e della Regione un progetto per circa due milioni di euro, con finanziamenti europei Por-Fesr.

“Siamo molto orgogliosi di quest’ultimo progetto – conclude Nordio – perché darà alla città una trentina di alloggi prevalentemente adattati e attrezzati per persone anziane o disabili, la cui vita sociale oggi è spesso limitata, quando non impedita, dalla presenza di barriere architettoniche. Grazie ai fondi europei potremo affrontare gli ingenti costi di complessi interventi di ristrutturazione nei vecchi edifici di un centro storico così particolare. In attesa che la Legge Speciale, speriamo, riserva all’edilizia residenziale pubblica la dovuta attenzione”.

 

 

La firma del contratto di locazione nella sede dell’Ater di Venezia

Top