Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Raccolta reddituale terminata – “Preavviso di decadenza” ai ritardatari

stampa

Venezia, 2 ottobre 2017 – I termini per la presentazione della documentazione anagrafico-reddituale sono scaduti lo scorso 29 settembre.

L’Ater pertanto, come previsto dall’art. 20 della legge regionale n. 10/1996 che disciplina l’assegnazione e la fissazione dei canoni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, sta inviando a tutti gli assegnatari che non hanno presentato la dichiarazione una lettera raccomandata con il “Preavviso di decadenza dall’assegnazione”.

Gli inquilini hanno avuto cinque mesi di tempo per compiere un loro dovere di assegnatari: per questo, a chi non l’ha compiuto, l’Ater invia il “Preavviso” addebitandogli le spese postali, il cui importo sarà inserito nei prossimi bollettini per il pagamento del canone di locazione.

La lettera è un “atto dovuto” dell’Ater a tutela di chi non ha presentato la dichiarazione. Vi si ricorda che presentare la dichiarazione è un obbligo previsto dalla legge e che, se non verrà presentata entro 90 giorni dalla data di ricevimento della lettera stessa, verrà richiesto al comune l’avvio della procedura di decadenza dell’assegnazione nei confronti dell’assegnatario inadempiente, con conseguente sfratto dall’alloggio. Inoltre, per il periodo di permanenza nell’alloggio posteriore al 1° gennaio 2018, verrà applicato il canone previsto dalla legge 392/1978 maggiorato del 150 per cento.

Si invitano quindi gli assegnatari che non l’abbiano già fatto a presentare urgentemente la dichiarazione anagrafico-reddituale agli uffici dell’Ater nei giorni di ricevimento del pubblico: il martedì pomeriggio dalle 14,30 alle 16,30 e il giovedì mattina dalle 9 alle 12. In tal caso, se il “Preavviso di decadenza” dovesse ugualmente arrivare per gli inevitabili sfasamenti dovuti ai tempi di spedizione, non se ne dovrà tenere conto.

 

Torna Sutorna su