Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Raccolta della dichiarazione reddituale: informazioni e moduli

stampa

Venezia, aggiornamento del 2 ottobre 2017 – Come ogni anno l’Ater di Venezia deve verificare i requisiti anagrafici degli inquilini di alloggi di edilizia residenziale pubblica e i loro redditi, per calcolare il nuovo canone a decorrere dal 1° gennaio 2018.
Le operazioni di raccolta dei dati anagrafico-reddituali sono iniziate l’8 maggio e si sono protratte fino al 29 settembre.
Tutti gli inquilini (a cominciare dai nuclei familiari con soli redditi da pensione) hanno ricevuto una lettera di convocazione con, per ciascuno, il giorno in cui presentarsi con la necessaria documentazione alla sede dell’Ater (Dorsoduro 3507, Fondamenta del Magazen, Venezia) ai Tre Ponti, vicino Piazzale Roma.

Venezia, 17 aprile 2017 – L’appuntamento indica il giorno ma non l’orario: all’arrivo si prenderà un numero e si attenderà il proprio turno.
La raccolta delle autodichiarazioni sarà effettuata solo a Venezia, non in altre sedi.
Si dovrà portare, come gli anni scorsi, tutta la documentazione necessaria a dimostrare il reddito percepito da ogni componente del nucleo familiare nel corso dell’anno 2016.
Ciascun inquilino sarà ricevuto da un addetto dell’Ater che ritirerà l’autodichiarazione e, se richiesto, darà indicazioni. La veridicità di quanto presentato è comunque esclusiva responsabilità del sottoscrittore: nulla può essere attribuito all’operatore per la trascrizione dei dati.

DOCUMENTI NECESSARI

Occorrerà presentare, per ciascun componente del nucleo familiare, i relativi modelli, che potranno essere:

  • MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017
    (ex CUD, Certificato lavoro dipendente o di pensione relativo ai redditi percepiti nel 2016).
  • MODELLO REDDITI PERSONE FISICHE 2017
    (Dichiarazione delle persone fisiche, relativa ai redditi percepiti nel 2016).
  • MODELLO 730/2017
    (Dichiarazione dei lavoratori dipendenti e pensionati, relativa ai redditi percepiti nel 2016).
  • ALTRE CERTIFICAZIONI SOSTITUTIVE
    relative a redditi percepiti nel 2016 a qualsiasi titolo, per i quali non vi è l’obbligo di presentare la dichiarazione fiscale.

Non servono e non sono ammessi il Modello ISEE e il Modello RED.

E’ OBBLIGATORIO

  • Presentarsi anche se il nucleo familiare è privo di reddito.
  • Presentarsi anche se si ha già dichiarato, ai soli fini di un ricalcolo del canone di locazione, il reddito 2016.

CHI DEVE PRESENTARSI

Deve presentarsi l’intestatario del contratto di locazione o il legittimo successore in caso di decesso o separazione. Può presentarsi anche un’altra persona, purché con la delega (inserita nella busta inviata agli inquilini) firmata dall’assegnatario e la fotocopia di un documento di identità valido, sempre dell’assegnatario.

IN CASO DI IMPOSSIBILITA’

Non si può cambiare l’appuntamento. In caso di assenza o impedimenti in quel giorno, è possibile presentare l’autodichiarazione tutti i mercoledì dalle 14.30 alle 16.30 e tutti i venerdì dalle ore 9 alle ore 12 entro il 29 settembre 2017. E’ esclusa la presentazione dell’ autodichiarazione nei giorni di apertura al pubblico (martedì pomeriggio e giovedì mattina) a meno che si abbia ricevuto l’appuntamento per quel giorno o si abbiano altre pratiche da compiere all’Ufficio utenza dell’Ater.
Se anche questa alternativa non fosse praticabile, si potranno stampare da questo sito il modulo dell’ autodichiarazione e i moduli integrativi: sarà compito del dichiarante provvedere alla loro corretta compilazione e al tempestivo inoltro presso la nostra sede di Venezia allegando copia di un documento di identità valido.
Si ricorda che la delega può essere utilizzata solo se l’autodichiarazione viene sottoscritta davanti un operatore Ater.
In caso di invio di autodichiarazione reddituale per via telematica, posta o fax si richiama la necessità di allegare copia di documento di identità valido e si prega di non allegare copia di documenti fiscali.
L’autodichiarazione può essere spedita oltre che per posta anche a mezzo fax al n. 041.798838 o via e-mail ma solo con posta elettronica certificata.
Per eventuali ulteriori informazioni telefonare al Servizio utenza: 041.798824, il martedì dalle 9 alle 12 o il mercoledì dalle 15 alle 17.

ATTENZIONE: SPESE POSTALI PER SOLLECITI A CARICO DELL’ASSEGNATARIO

In caso di omessa o incompleta presentazione dell’autodichiarazione reddituale, l’Ater provvederà all’emissione di un “Preavviso di decadenza dall’assegnazione”, a mezzo lettera raccomandata, con invito a documentare la situazione anagrafico-reddituale 2016 entro 90 giorni.
LE SPESE POSTALI SARANNO ADDEBITATE ALL’ASSEGNATARIO NELLA SUCCESSIVA BOLLETTA FATTURA.
Inoltre, dal 1° gennaio 2018 sarà applicato il canone massimo e verrà avviato il procedimento di decadenza.

 

Torna Sutorna su