Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Il “RID” diventa “SEPA” – Ma non cambia nulla per gli inquilini

stampa

Venezia, 10 gennaio 2014 – Il Rid cambia nome e caratteristiche per rendere simili e semplici le transazioni internazionali.

Dal 1° febbraio 2014 il sistema di domiciliazione bancaria, con cui si incarica la propria banca di effettuare direttamente dal conto corrente i pagamenti periodici (ad esempio il canone d’affitto dell’alloggio Ater o le bollette di acqua, luce, gas), si trasformerà e cambierà nome: non più Rid ma Sepa, Single Euro Payments Area, ovvero Area Unica per i Pagamenti in Euro (con tipologia “SDD Core”, riservato a consumatori, micro imprese e non consumatori).

Viene così a compimento un progetto dell’Unione Europea tendente a uniformare, in 32 Paesi, gli standard per i bonifici e gli addebiti diretti da conto corrente, due dei principali servizi di pagamento in euro diversi dal contante. Acquisti, pagamenti e transazioni internazionali saranno più semplici per 513 milioni di cittadini europei, milioni di imprese e 9200 istituti bancari e finanziari.

Nulla cambierà per gli inquilini dell’Ater che hanno scelto questa modalità di pagamento del canone di locazione. Non vi saranno addebiti aggiuntivi e non serviranno altre autorizzazioni da parte degli inquilini: si tratta solo di adeguamenti dei flussi di dati informatici a cura di aziende e banche.

Torna Sutorna su