Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

CUD: quest’anno l’INPS non lo invierà tramite posta

stampa

ATTENZIONE: QUEST’ANNO L’INPS NON MANDERA’ IL CUD A CASA PER POSTA

OCCORRERA’ STAMPARLO TRAMITE COMPUTER OPPURE PROCURARSELO NEGLI ALTRI MODI PREVISTI DALL’INPS: E’ INDISPENSABILE PER LA DICHIARAZIONE REDDITUALE CHE INIZIERA’ IL 2 APRILE

Il Cud è assolutamente indispensabile per la dichiarazione reddituale da presentare all’Ater. E per averlo non bisogna aspettare: non arriverà.

Occorre muoversi per tempo in modo da procurarselo e poterlo portare all’Ater, come di consueto, il giorno dell’appuntamento (che viene comunicato a ciascun inquilino con lettera personale contenente data, ora e luogo di convocazione: gli appuntamenti inizieranno il 2 aprile prossimo). Senza Cud la dichiarazione reddituale non potrà essere fatta, col rischio di vedersi aumentato il canone di locazione.

COME SI PUO’ OTTENERE IL CUD

  1. STAMPANDOLO DAL COMPUTER, SE SI DISPONE DEL CODICE “PIN” DELL’INPS.
  2. ANDANDO ALL’INPS (O NEGLI EX UFFICI INPDAP E ENPALS), DOVE C’E’ UN APPOSITO “SPORTELLO VELOCE” (fino al 31 marzo).
  3. ANDANDO AGLI UFFICI POSTALI, DOVE C’E’ LO “SPORTELLO AMICO” (solo per pensionati, al costo di circa 3 euro).
  4. ANDANDO IN UNO DEGLI UFFICI “CAF”, CENTRO DI ASSISTENZA FISCALE, (costi da verificare, in alcuni casi gratuito).

Ricordare che per il ritiro presso gli sportelli occorre sempre portare con sé la carta d’identità.

SPEDIZIONE CUD A DOMICILIO

Il sito internet dell’Inps informa che:

“L’Inps garantisce, comunque, l’invio del CUD a domicilio ai cittadini che ne facciano specifica richiesta attraverso il Contact Center. A tale scopo, oltre al numero 803.164 gratuito da rete fissa e al numero 06-164164 a pagamento da cellulare, è stato attivato il nuovo numero verde 800-434320 dedicato (funzionante in modalità automatica senza intervento dell’operatore) raggiungibile solo da rete fissa attraverso il quale si può richiedere l’invio a domicilio del proprio certificato reddituale”.

UTENTI DI OLTRE 85 ANNI O NELL’IMPOSSIBILITA’ DI ACCEDERE ALLA CERTIFICAZIONE

La circolare dell’Inps specificamente dedicata alle nuove modalità di rilascio del Cud, datata 26 febbraio 2013, informa che è stato attivato un servizio denominato “Sportello mobile” a cui chiedere l’invio al proprio domicilio del modello Cud. Possono usufruire di tale servizio gli utenti di oltre 85 anni, titolari di indennità di accompagnamento, e gli utenti che dichiarino l’impossibilità di accedere alla certificazione negli altri modi previsti, sia direttamente sia delegando un’altra persona.

DELEGA

E’ possibile delegare un’altra persona al ritiro del Cud: in tal caso bisogna sottoscrivere la delega e allegare la fotocopia della propria carta d’identità. Anche chi ritirerà il Cud (il delegato) dovrà avere un documento di identità.

PER GLI UTENTI CHE POSSONO USARE IL COMPUTER

Dal 28 febbraio, il Cud per i lavoratori dipendenti e i pensionati è disponibile attraverso il sito internet www.inps.it , sezione “servizi al cittadino”.

Il certificato potrà essere visualizzato e stampato dall’utente, previa identificazione tramite “PIN”, un codice di sedici cifre che dovrebbe essere stato inviato a tutti gli utenti, con le istruzioni per l’utilizzo. Chi non l’avesse ricevuto può chiederlo direttamente online sul sito istituzionale – sezione Servizi/PIN online; oppure tramite Contact Center al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da cellulare, a pagamento secondo il proprio gestore telefonico; oppure presso le agenzie territoriali dell’Inps (o degli ex uffici Inpdap e Enpals).

LE RAGIONI DELLA NUOVA PROCEDURA

Il cambio di modalità nel rilascio del Cud, dall’invio a casa per posta all’utilizzo degli strumenti informatici, è stato motivato dall’Inps con l’esigenza di risparmiare, come stabilito dalla cosiddetta “Legge di stabilità 2013”, del 24 dicembre scorso: far stampare il Cud dai singoli utenti tramite computer permette all’Inps di ridurre in modo considerevole le spese per la carta, la stampa, la spedizione.

L’INVITO DELL’ATER

L’Ater di Venezia invita tutti gli utenti a provvedere per tempo alla stampa del Cud da computer o al suo ritiro, nei modi illustrati più sopra. E’ della massima importanza che gli inquilini si presentino all’appuntamento per la dichiarazione dei redditi con il Cud. Senza Cud non è possibile procedere e si dovrà ritornare, con perdita di tempo e di risorse. E nel caso peggiore, di mancata dichiarazione, il canone del gennaio 2014 potrebbe essere molto elevato, e non rimborsabile. Quindi, attenzione: organizzarsi per tempo: gli appuntamenti cominciano il 2 aprile (come al solito, a ciascuno l’Ater invia per posta data, ora e luogo dell’appuntamento personale).

Torna Sutorna su