Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

L’occupazione abusiva

stampa

In caso di occupazione senza titolo l’ATER diffida l’occupante, a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, a rilasciare l’alloggio entro 15 giorni, assegnando lo stesso termine per la presentazione di deduzioni scritte e documenti.

Nel caso di mancata restituzione, la procedura amministrativa prevede l’intimazione a rilasciare l’alloggio nel termine di 30 giorni dalla notifica, trascorsi inutilmente i quali verrà dato seguito alla fase esecutiva dello sfratto.

Inoltre, trattandosi di un reato, l’ATER è tenuta a procedere anche alla presentazione di denuncia-querela nei confronti dell’occupante ai sensi dell’art. 633 del Codice penale (*).

Nota (*) Art. 633 C.P. (Invasione di terreno o edifici): «Chiunque invade terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne profitto, è punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a due anni o con la multa da euro 103,29 a 1.032,91. Le pene si applicano congiuntamente, e si procede d’ufficio, se il fatto è commesso da più di cinque persone, di cui una almeno palesemente armata, ovvero da più di dieci persone, anche senza armi.»

Torna Sutorna su