Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

La decadenza per superamento limiti di reddito

stampa

L’assegnatario perde tale qualifica qualora, nel corso del rapporto locativo, per due anni consecutivi superi per una quota maggiore del 75 per cento il limite di reddito previsto per l’assegnazione. Ai fini della dichiarazione di decadenza il reddito dei figli dell’assegnatario non viene computato.

L’ATER, riscontrando tali condizioni di superamento del limite del reddito, le comunica al Sindaco che entro 30 giorni emette l’ordinanza di decadenza con conseguente perdita della qualifica di assegnatario.

Gli inquilini, ricevuta l’ordinanza di decadenza, possono rimanere nell’alloggio (non più con la qualifica di assegnatari, ma come inquilini) stipulando un contratto di locazione il cui canone è fissato con le modalità previste per gli assegnatari collocati nell’area di decadenza in relazione alle fasce di reddito di appartenenza (si veda al riguardo il punto C, “Area di decadenza”, nella pagina intitolata Il canone di locazione). Nei casi in cui il reddito del nucleo familiare superi il triplo del limite per l’accesso (si veda la parte intitolata “Accesso agli alloggi di ERP”) la decadenza deve essere eseguita entro 12 mesi dall’accertamento.

Responsabile delle pratiche concernenti la decadenza per superamento dei limiti di redditoè il @ Servizio utenza.

Torna Sutorna su