Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Spinea

stampa

A Spinea venti alloggi per persone anziane

Sono stati consegnati agli inquilini i venti alloggi per anziani costruiti dall’Ater in via Cici a Spinea. La palazzina risponde a una serie di accorgimenti che l’Ater ha studiato per consentire un livello qualitativo adeguato alle esigenze della terza età. Nei pressi dell’edificio in cui risiederanno gli anziani si trova un centro polifunzionale con un ambulatorio e un ufficio di coordinamento per l’assistenza domiciliare, che potranno garantire agli inquilini alcuni servizi adatti alle necessità quotidiane. L’edificio è disposto su tre piani ed è provvisto di ascensore, con garage e riscaldamento autonomo per ciascun alloggio. E’ composto da sedici alloggi definiti “mini” e quattro alloggi definiti “medi”. I primi hanno una superficie compresa tra i 42 e i 44 metri quadrati e sono composti da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, ripostiglio e terrazzo. I “medi” hanno una superficie di 51 metri quadrati e dispongono di una camera in più. Nel fabbricato vi sono inoltre due magazzini, uno dei quali è destinato a uso comune.

L’intervento edilizio è frutto di una convenzione tra l’Ater di Venezia e il Comune di Spinea, che ha concesso il terreno. L’importo dei lavori sfiora il milione di euro, mentre il costo complessivo dell’opera (comprendente imposte e tasse, spese tecniche, allacciamenti, oneri di urbanizzazione tra cui la realizzazione dei parcheggi esterni) raggiunge il milione e mezzo di euro. Il progetto è firmato dall’architetto Valter Granzotto, dello Studio Pro.Tec.O. di San Donà di Piave, coadiuvato dai tecnici dell’Ater. La costruzione è iniziata nel giugno 2002 e ha visto impegnate la ditta Co.Ve.Co di Marghera e la Clea di Campolongo Maggiore. Gli alloggi sono stati affittati a persone anziane, anche disabili, in base a un avviso di locazione pubblicato nello scorso mese di aprile. Il contratto di locazione obbedisce alla legge 431/98. I canoni si aggirano tra i 200 e i 270 euro mensili e sono stati calcolati, ai sensi della legge regionale 42/99, con riferimento ai costi di costruzione, detraendo gli oneri a carico del Comune e applicando percentuali di rendimento tra il 2,5 e il 4,5 per cento, secondo la provenienza dei fondi investiti nell’intervento.

“Con la realizzazione di questo edificio – ha sottolineato il presidente dell’Ater di Venezia Roberto Pellegrini durante la cerimonia di assegnazione degli alloggi, a cui era presente anche il sindaco di Spinea Claudio Tessari – l’Ater di Venezia vuole ancora una volta confermare l’attenzione dell’azienda nei confronti delle fasce deboli della popolazione, nel caso specifico gli anziani, proseguendo sulla strada di un’interpretazione sociale delle esigenze abitative sul territorio, a partire cioè dai bisogni reali e dalle nuove necessità di particolari categorie di cittadini”.

Torna Sutorna su