Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale della Provincia di Venezia

Mestre

stampa

A Mestre, Altobello, pronti 46 alloggi e 8 negozi

I quarantasei alloggi e gli otto negozi del nuovo edificio costruito dall’Ater a Mestre, in via Squero (la cosiddetta “Nave 2” di Altobello) sono pronti. L’edificio è stato progettato da un professionista esterno all’Ater, l’architetto Giovanni Battista Fabbri, e ha richiesto 2.862.000 euro di investimenti, di cui 2,4 milioni di fondi regionali e il resto di fondi Ater.
La costruzione è alta tre piani per la maggior parte della lunghezza. Al centro, si sviluppa in altezza fino a sette piani. Nel lato verso l’interno – dove saranno ristrutturati gli edifici cosiddetti “ex tettoie da Re” e “Campo dei sassi” – e sotto il portico centrale si trovano otto negozi di circa cento metri quadrati di superficie. Il lato esterno è rivolto verso la laguna di Venezia: le finestre si affacciano su un’area che dovrebbe diventare parco e dai piani alti si può vedere il campanile di San Marco. Gli alloggi rispondono alle esigenze di diverse tipologie familiari. Ventiquattro sono “mini”, di circa cinquanta metri quadrati, con due locali (soggiorno con angolo cottura e camera da letto) e garage o magazzino. Due di questi sono adatti alle persone disabili, con l’ascensore fino al terzo piano e il bagno attrezzato. Sedici alloggi sono “medi”, con superficie da 67 a 77 metri quadrati, con soggiorno-angolo cottura, due camere da letto, doppi servizi, garage (dodici di questi, di 77 metri quadrati, sono disposti su due piani, tipo “duplex”). Sei alloggi sono “grandi”, con superficie da 82 a 94 metri quadrati, con tre camere da letto (di questi, quattro di tipo “duplex” disposti su due piani). I lavori sono iniziati nel giugno 1997 e hanno subito notevoli ritardi a causa della risoluzione contrattuale per gravi inadempienze della ditta appaltatrice, che ha abbandonato il cantiere senza ultimare l’opera.

Torna Sutorna su